Wishlist di una make-up addicted

00:32

Ciao ragazze!

Devo smetterla di andare a curiosare tra i siti di make up stranieri. Sephora, Target e tutti gli altri ... Non so voi, ma la mia wishlist di prodotti che probabilmente non avrò mai si allunga sempre di più! 

Quali sono i prodotti o le marche, non reperibili in Italia, che vorreste avere?

I miei sono parecchi: le palette occhi, i rossetti e l'eyeliner in penna di Kat Von D, i matitoni rossetto e i fondotinta di Tarte, le bellissime ciprie illuminanti di Hourglass (Warning! Hourglass è disponibile nella Sephora del Brian & Berry Building di Milano - ergo, non vedo l'ora di andarci appena posso). I gloss e le matite di Stila, il correttore di Amazing Cosmetics (è uno dei miei sogni proibiti da anni), i Lip Tar di OCC, tutti (e dico tutti) i prodotti per le sopracciglia e il contour kit di Anastasia Beverly Hills. Bobbi Brown, Buxom, Josie Maran, Kevyn Aucoin, Perricone MD, Tom Ford, Becca... e chi più ne ha più ne metta!



Chi non vorrebbe entrare in un drugstore e ammirare quei corridoi pieni di trucchi, alcuni reperibili anche in Italia, ma che costano la metà rispetto a noi? Mi piacerebbe provare la linea di rossetti di Maybelline The Vivids e tutti i Color Tattoo, i pennelli di Sonia Kashuk, la Pixi, E.l.f., i fondotinta Neutrogena, la linea completa dei matitoni labbra di Revlon, Wet n' Wild, le ciglia finte di Ardell.

Lime Crime con i suoi Velvetines, Bourjois,...



Mi fermo qui perchè potrei andare avanti tutta la notte!

Piccola riflessione conclusiva super profonda: personalmente mi piacerebbe molto comprare online uno o più di questi prodotti/marche, ma sono sempre stata fermata dalla paura che qualcosa venisse bloccato in dogana. Voi avete esperienza in tal senso?
E poi, diciamocelo, per quanto possa essere comodo e piacevole lo shopping da casa, a parer mio, è sempre meglio "toccare con mano i gioiellini". La soluzione? Andare negli USA!

Fatemi sapere qual è la vostra wishlist!

Lety


You Might Also Like

8 commenti

  1. L'eyeliner di Kat von D*_*
    Anche io temo la dogana, se mi bloccassero qualcosa rosicherei troppo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche io! Oltretutto si rischia di pagare un sacco in più! Speriamo che prima o poi un po' di questi prodotti arrivino anche in Italia :D

      Elimina
  2. La penso proprio come te, cioè anche io ho paura che il pacco verrebbe fermato ma soprattutto penso che sia più bello vedere i prodotti da vicino (per non parlare poi del fatto di andare negli states!!!!)!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esatto spero di riuscire ad andarci un giorno e di non svenire prima di entrare da Sephora hahaha ;)

      Elimina
  3. Concordo con te che andare a visitare siti stranieri è assolutamente deleterio, troppe cose belle che qua probabilmente non arriveranno mai. Anch'io amo i prodotti di Kat Von D, Anastasia Beverly Hills, i mille prodotti Maybelline che qua non verranno mai commercializzati, per non parlare delle linee targate Sephora dedicate ad Ariel e Cenerentola. Dall'america non acquisto mai cosmetici, l'ho fatto una volta e più che spese doganali, ho dovuto pagare un ulteriore bollettino per l'importazione di cosmetici e fare un'auto certificazione in cui dichiaravo che i prodotti erano solo per uso personale etc etc. Insomma se importavo una testata di plutonio forse mi facevano meno problemi. Per questo motivo cerco sempre di trovare i prodotti in europa. I prodotti Lime Crime e Occ ci sono diversi siti inglesi che li vendono, mentre Kat Von D e Tarte li puoi trovare sul sito inglese Rose's beauty store. Purtroppo è decisamente caro, pià per le spese di spedizione che per gli articoli, ma se vuoi toglierti uno sfizio, li trovi diverse cose carine :) Io ad esempio ho recentemente acquistato la pro palette della Lorac.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio che casino ti hanno fatto per un pacchettino con dentro dei cosmetici?! Comunque ti ringrazio per la segnalazione, la palette della Lorac dev'essere stupenda! Andrò a farmi un giretto su questo sito! :)

      Elimina
  4. Belle cosine, forse sul serio è meglio non sapere cosa propone il mercato estero :D

    RispondiElimina

Labels